2019_03_18 / di Neverland

L’insegna della concessionaria mi guarda fissa e muta con i suoi iridi blu cobalto. Saremo faccia a faccia per le prossime 6 ore, telefono permettendo, come in una sfida infantile, dove perderà chi avrà distolto lo sguardo per primo. Io perderò sempre. Da qui leggo distintamente… “EDAUTO”, le altre lettere sono coperte dagli infissi della porta d’ingresso dell’edificio che mi contiene. Continua a leggere 2019_03_18 / di Neverland