Borderline

Di lei dicevano tutti la stessa cosa:

“Le piace giocare”

La notai una sera mentre cercavo un ciottolo su cui sedere senza venire calpestato, la vidi osservare e rimasi con il dubbio se stesse sorridendo a me o semplicemente fissando, con costanza e poco pudore, un coglione sbadato alle mie spalle. L’ipotesi di poter essere, per una volta, nel posto giusto al momento giusto, non mi sfiorò un secondo.

Eppure.

Cercai le informazioni di cui ho già parlato – l’identikit ludopadico della fan degli scacchi viventi – incrociando le testimonianze dei primi dieci malcapitati con le foto che iniziai a spiare su Facebook, una volta ottenuto nome e cognome. Ogni versione, depositata dai diversi informatori, era, in realtà, una forma diversa di avvertimento. Restava il fatto che sembrava io fossi l’unico a non sapere chi fosse.

Più chiedevo di lei, più pregustavo il sapore di una sfida complessa, di un confronto allo specchio, di un duello senza regole o tempo, di un rimandare reciproco e continuo la chiusura di un cerchio ipotetico, che sarebbe proseguito in un otto senza sdraiarsi nell’infinito.
Sarebbe diventato catena.

“Regalo sempre qualcosa, agli sconosciuti”.

Il messaggio arrivò inaspettato, provai irritazione nel constatarmi anticipato.
Come sapeva il mio nome? E quella virgola?
Lei aveva scelto il bianco e mosso 1 in D4.

Io anagrammai il suo nome trovando il tutto insensato, conservai la soluzione nel blocco note dello smartphone, risposi immediatamente al suo messaggio inchiodandola alla responsabilità del pallino verde attivo.

“Chi vuoi essere adesso?”

“Quella che vuoi tu!”

“Anche la madre di Edipo?”

“Meglio la madre di Edipo della mignotta di tutta la band. Per giunta se ne fa un gran parlare ma non ho mai capito che musica suonino”

Chi avrebbe vinto non lo sapevo ancora, riuscivo però a immaginare che non ne avrei trovato la fine.

Imola, 1 novembre di un anno qualsiasi del nuovo millennio

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *